X Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque elemento sottostante, acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies. Clicca Qui. OK
Carnate - Antica Fornace Case in classe A immerse nel verde Maggiori informazioni
Nibionno, Via Don Luigi Sturzo Residenza Magnolia Maggiori informazioni
Milano, Piazzale Loreto Esclusivi attici Maggiori informazioni
Lecco, Via Magnodeno Complesso Residenziale Villa Gardenia Maggiori informazioni
Casatenovo, Cascina Rovagnati Recupero Fiscale, risparmi fino a 50.000 euro!!! Maggiori informazioni
Lovere - Palazzo Ferlendis La tua casa in riva al lago Maggiori informazioni
Cremella - Barzanò Residenza Isola Maggiori informazioni
Somma Lombardo, via Vignola Somma Centre Maggiori informazioni
Cerca l'appartamento ideale per te
Città
Tipologia
Provincia
Schiavi S.p.A. - Costruzioni, Sviluppo e Risorse Umane La SCHIAVI S.P.A. si occupa di costruzioni edili civili e industriali, sia pubbliche che private, perseguendo il fondamentale obiettivo di contribuire attivamente, con le proprie realizzazioni, all'evoluzione degli standard qualitativi del mercato immobiliare. La prerogativa dell'azienda rimane da sempre la qualità costruttiva, il risparmio energetico e, piú in generale, la soddisfazione del Cliente.
Le Proposte Immobiliari La soluzione giusta per la tua nuova casa
Le Ultime News Gli aggiornamenti sulle costruzioni
Legge di stabilità 2016: proroghe e novità per la casa La legge di stabilità per il 2016 prevede nuovamente degli sconti fiscali per la casa. I provvedimenti riguardano le nostre abitazioni, tra proroghe aggiornate e nuove misure incentivanti. La validità è partita dal 1° gennaio dell’anno in corso. Bonus e detrazioni fiscali per le ristrutturazioni La detrazione fiscale Irpef, pari al 50% delle spese sostenute per la ristrutturazione delle abitazioni e delle parti comuni in condominio, è stata prorogata fino al 31 dicembre 2016. Il tetto di spesa massimo detraibile è confermato a 96000 euro. I lavori che permettono di accedere al bonus, come elencato all’articolo 3 del Dpr 380/2001 sono: Manutenzione straordinaria Restauro e risanamento conservativo Ristrutturazione edilizia Manutenzione ordinaria (solo per quanto riguarda le parti comuni in condominio) Le detrazioni fiscali sono garantire anche per l’installazione di impianto fotovoltaico, la realizzazione di autorimesse o posti auto pertinenziali, l’eliminazione di barriere architettoniche, bonifica dell’amianto, opere per evitare infortuni domestici, interventi per prevenire atti illeciti, e cablatura degli edifici. Bonus e detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica La detrazione fiscale del 65%, prevista per gli interventi di efficientamento energetico e di adeguamento antisismico degli edifici, è stata prorogata per un altro anno. Questo bonus riguarda i lavori che aumentano il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti. La condizione necessaria per avere diritto allo sconto è che si ottenga un reale risparmio energetico. La spesa massima da portare in detrazione varia in base al tipo intervento: da 30000 a 100000 euro. I lavori che permettono di accedere all’Ecobonus sono quelli individuati dal decreto ministeriale del 19 febbraio 2007 e dal decreto datato 7 aprile 2008: Riqualificazione edilizia per il risparmio energetico (100mila euro) Interventi sull’involucro (60mila euro) Installazione pannelli per il solare termico (60mila euro) Sostituzione impianto di climatizzazione invernale (30mila euro) Posa di schermature solari (60mila euro) Interventi antisismici (96mila euro) Spese di acquisto e installazione di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento e climatizzazione Detrazioni fiscali e bonus: le novità per il 2016 Bonus mobili per giovani coppie. Una detrazione fiscale per le giovani coppie che acquistano la prima casa. Si potrà detrarre dall’Irpef il 50% della spesa (per un massimo di 16mila euro) riguardo all’acquisto di mobili; Niente Tasi e Imu per la prima casa (tranne abitazioni di tipo signorile, ville, castelli e palazzi di eminenti pregio artistico o storico). Le imposte si pagano invece al 50% per seconde case dato in comodato d’uso ai figli se residenti nello stesso comune; Sconti per le locazioni a canone concordato e per gli inquilini. Vengono ridotte del 75% la Tasi e l’Imu per gli immobili locati a canone concordato; Imposta agevolata per un’altra prima casa, imposta di registro ribassata al 2% oppure Iva al 4%; Iva al 50% per l’acquisto di case ad alta efficienza energetica, cioè case in classe A oppure B (di nuova edificazione o da ristrutturare); Leasing immobiliare: canone e acquisto. Alla banca non si paga il mutuo ma una maxi rata iniziale e una finale, oltre a un canone periodico, per la locazione di una casa che l’Istituto ha acquistato o costruito su indicazione stessa del cliente. Alla fine del periodo di locazione (minimo 8 anni), l’abitazione può essere riscattata o restituita; Nuove misure per gli affitti in nero con l’obbligo per il proprietario di registrare il contratto entro 30 giorni dalla sottoscrizione e darne comunicazione all’inquilino e all’amministratore; Abbonamento Rai abbassato a 100 euro e imposta inserita nella bolletta dell’elettricità. Importo suddiviso in dieci rate.
Zona Notte, nuove tendenze: letti al centro della stanza Il letto al centro della stanza è una delle più moderne tendenze nel settore dell’arredamento, una proposta innovativa che conferisce originalità alla stanza e che garantisce innumerevoli vantaggi. Quando la scelta del letto al centro è vincente Ci sono vincoli strutturali come la porta e più finestre. La stanza offre una vista particolarmente appagante che si riesce a godere pienamente con il letto in posizione centrale. Risulta comodo ritagliare all’interno della stanza una zona separata, usando la testata del letto come quinta. Si vuole dare particolare risalto al letto, collocandolo appunto al centro della scena, soprattutto in caso di forma e dimensioni particolari. Si ha la necessità di avere in camere un armadio. Letto al centro della stanza: vantaggi e caratteristiche La caratteristica testiera curva avvolge delicatamente la struttura imbottita del letto al centro della stanza. È completamente personalizzabile, a partire dalle rete. Il letto al centro della stanza si caratterizza per la sua struttura esile, perfetta per il minimo ingombro al centro della stanza. La sistemazione del letto al centro della stanza permette di non rinunciare a un grande armadio sul lato che rimane libero e di godere della vista offerta dalla finestra. Questa soluzione si distingue per non avere un orientamento preciso: i cuscini dello schienale possono essere combinati liberamente intorno alla base, consentendo differenti posizioni. Comprende anche piani d’appoggio o addirittura il guardaroba. La struttura in metallo o in legno garantisce il giusto sostegno ai complementi integrati nel letto, dai piani d’appoggio fino ai comodini e all’armadio. Il capiente vano contenitore nascosto nella base del letto consente di ottimizzare lo spazio. Varietà di tessuti disponibili per il rivestimento, offrendo così il vantaggio di poter cambiare l’aspetto del letto in quanto possono essere sfoderabili.
Prima casa: 10 consigli su come scegliere quella giusta Non è facile capire quale sia la casa giusta per le nostre necessità. Non esiste un metodo corretto che valga in assoluto per scegliere l’immobile ideale. Noi consigliamo 10 passaggi da seguire per acquistare la casa giusta: 1. BUDGET Prima di avviare la ricerca bisogna fare chiarezza sulla nostra effettiva disponibilità economica e sull’accessibilità a un eventuale mutuo. Occorre tenere presenti anche eventuali oneri aggiuntivi. 2. ESIGENZE DA SINGLESe vivi da solo l’appartamento ideale è quello piccolo e centrale: salotto, angolo cottura, camera da letto e bagno. Da valutare la posizione in base al posto di lavoro. 3. UNA CASA PER DUEIn questo caso l’abitazione deve soddisfare le esigenze di entrambi. Consigliabile la presenza di due bagni (o di uno grande e ben organizzato), l’ideale sarebbe allestire un ambiente personalizzato a testa che possa fungere da luogo per soddisfare i propri hobby. 4. VIVERE IN FAMIGLIA Se si hanno dei figli piccoli bisogna pensare a una villetta o a un appartamento abbastanza spazioso. Fondamentale è la necessità di allestire degli ambienti flessibili ma autonomi. Con l’arredamento si può sfruttare al massimo lo spazio con armadi e ripostigli. L’ideale sarebbe avere uno spazio all’aperto. 5. COMPRARE UNA CASA NUOVA In questo caso avrai la certezza di acquistare un fabbricato che sarà fornito di certificazioni degli impianti, di infissi e coibentazione termica. 6. SCEGLIERE LA RISTRUTTURAZIONE Il modo migliore per realizzare una casa davvero su misura. 7. CENTRO O PERIFERIA 8. VICINI DI CASA I rumori causati dai vicini sono di difficilissima risoluzione. La soluzione è quella di rivedere una casa in diversi momenti della giornata, un buon modo per valutarne l’isolamento. 9. ALLARGARE GLI ORIZZONTI TEMPORALI La casa è un investimento a lungo termine, perciò è necessario immaginarla anche in proiezione futura aprendo l’orizzonte temporale a eventuali possibilità come nascita di figli, nuova sede di lavoro, età che avanza. 10. EMPATIA Valutare la casa nella maniera più oggettiva possibile.