Anche chi vive in Brianza può ancora beneficiare delle agevolazioni previste dal Bonus Prima Casa 2021.

In questa pratica guida, ci proponiamo di offrirti alcune indicazioni fondamentali per valutare la presenza dei requisiti per accedere al Bonus, di elencare le sue caratteristiche e di illustrarne i principali vantaggi.

Ricordiamo prima di tutto che, secondo quanto reso noto dall’Agenzia delle Entrate, il Bonus Prima Casa 2021 fa esclusivamente riferimento all’acquisto di edifici da adibirsi ad abitazione principale, permettendo il pagamento di imposte ridotte sull’acquisto stesso qualora determinate condizioni vengano soddisfatte. In pratica, quindi, stiamo parlando di una normativa tributaria messa a punto dal Governo per agevolare l’acquisto della prima casa, in particolare se i soggetti hanno età inferiore ai 36 anni (grazie alla “corsia privilegiata” disposta dal recente decreto Sostegni Bis).

Questi ultimi saranno esentati dalle imposte di registro e da quelle ipotecarie e catastali per l’acquisto di prima casa entro il 30 giugno 2022 (articolo 64 del decreto Sostegni Bis).

Inoltre, sarà operata una differenziazione laddove l’acquisto avvenga da parte di privati, da aziende che vendono in esenzione IVA oppure da imprese con vendite soggette a IVA.

I requisiti per accedere al Bonus Prima Casa 2021

Rispetto al passato, i requisiti per accedere al Bonus Prima Casa 2021 sono cambiati – così come gli adempimenti connessi alla detrazione.

Fino al 30 giugno 2022, i giovani di età non superiore ai 35 anni non si vedranno applicata l’imposta di registro, ipotecaria o catastale per l’acquisto della prima casa. Nelle vendite soggette a IVA sarà inoltre previsto un credito d’imposta pari all’imposta versata, nel caso di ISEE non superiore ai 40.000 euro.

Non è inoltre necessario presentare domanda all’Agenzia delle Entrate per accedere al Bonus. Al contrario, in sede d’acquisto dell’immobile il contribuente dichiarerà di possedere i requisiti richiesti dall’agevolazione fiscale e, nel momento in cui questi dovessero essere soddisfatti, beneficerà della riduzione dovuta.

Le agevolazioni fiscali riconosciute dal Bonus Prima Casa 2021 e a cui anche gli acquirenti brianzoli potranno accedere sono le seguenti:

  1. Riduzione dell’IVA dal 10% al 4% per i contribuenti che acquistano direttamente dal costruttore, con pagamento di 200 euro di imposta ipotecaria e catastale.
  2. Imposta catastale e ipotecaria nuovamente applicata nella misura fissa di 200 euro per acquisti per successione o donazione.
  3. Imposta di registro pari al 2% per gli acquisti tra privati.
  4. Credito d’imposta per i soggetti che vendono e riacquistano casa entro i primi dodici mesi.
  5. Accesso alla detrazione IRPEF del 19% e fino a 1000 euro per le spese di intermediazione immobiliare.
  6. Possibilità di detrazione degli interessi passivi sul mutuo.

Chi può accedere al Bonus Casa 2021?

Chiarite le agevolazioni, passiamo ora ai requisiti e alle caratteristiche di accesso alle detrazioni fiscali previste dal Bonus Casa 2021.

Potrà richiedere il Bonus chi:

  • Non possiede abitazioni in Italia per le quali abbia già fruito di agevolazioni, o in alternativa le venda entro un anno.
  • Non sia proprietario di un’abitazione nello stesso Comune in cui vengono richieste le agevolazioni per l’acquisto della prima casa.
  • Sia residente nel Comune in cui si acquista la prima casa o vi trasferisca la residenza entro 18 mesi dall’acquisto agevolato. In alternativa, è possibile presentare prova che la propria sede di lavoro sia situata nel Comune.
  • Non sia titolare di diritto d’uso, usufrutto o abitazione di un altro immobile nello stesso Comune in cui venga richiesta l’agevolazione fiscale.

Infine, vale la pena ricordare che il Bonus Prima Casa 2021, in Brianza e in qualunque altro comune italiano, si applica esclusivamente agli immobili appartenenti a specifiche categorie catastali e alle loro pertinenze in categoria C/2 (magazzini e locali di deposito), C/6 (rimesse e autorimesse) e C/7 (tettoie chiuse o aperte), purché siano relative a una sola pertinenza per ciascuna categoria d’immobile.

Le categorie catastali oggetto del Bonus sono le seguenti:

  • A/2 (abitazioni di tipo civile)
  • A/3 (abitazioni di tipo economico)
  • A/4 (abitazioni di tipo popolare)
  • A/5 (abitazione di tipo ultra popolare)
  • A/6 (abitazione di tipo rurale)
  • A/7 (abitazioni in villini)
  • A/11 (abitazioni e alloggi tipici dei luoghi)

Desideri scoprire le splendide proposte immobiliari di Schiavi Spa nel territorio Brianzolo, come Residenza Cadorna a Vimercate, Residenza Antica Fornace a Carnate o Residenza Magnolia a Nibionno?

Entra in contatto con i nostri esperti per richiedere subito una consulenza, un incontro o una visita dedicata.