Chi è alla ricerca di un immobile a Carnate, Lecco, Casatenovo o nella Brianza monzese e lecchese potrà, per tutto il 2020, approfittare di importanti agevolazioni per acquistare casa.

In effetti, le disposizioni di legge attualmente in vigore rendono l’acquisto di un immobile particolarmente conveniente nell’anno in corso. Non soltanto il Bonus Casa è stato prorogato fino al 31 dicembre 2020 secondo quanto previsto dalla Legge di Bilancio 2019, ma c’è anche molto di più in termini di agevolazioni fiscali che potrà essere preso in considerazione da single, famiglie e giovani coppie.

Vediamo insieme come orientarci nel dedalo delle nuove disposizioni di legge!
 
Scopri tutte le proposte immobiliari
 

Il Bonus Prima Casa 2020: agevolazioni e requisiti

Fino a fine anno, chi desidera comprare un immobile come “prima casa” potrà approfittare del relativo bonus, che essenzialmente consiste nell’abbattimento di una serie di imposte sull’acquisto della soluzione immobiliare da adibire come abitazione principale.

Nello specifico, i vantaggi inclusi nel Bonus Prima Casa 2020 comprendono:

  • Un’imposta di registro del solo 2% invece che del tradizionale 9%: tale tributo viene versato per la registrazione dell’atto di acquisto presso l’Agenzia delle Entrate.
  • La riduzione dell’IVA al 4% che potrà essere applicata al prezzo di vendita dell’immobile così come alle imposte catastali e ipotecarie.
  • 200 euro fissi per imposte di registro, catastali e ipotecarie da prevedersi se l’acquisto della prima casa avvenga per donazione o successione.
  • La detrazione del credito di imposta, nel caso in cui l’acquisto della nuova casa avvenga entro un anno dalla vendita del precedente immobile adibito ad abitazione principale.

È importante inoltre ricordare che tutte le agevolazioni previste dal Bonus Prima Casa 2020 non si applicano solamente nel caso di semplice acquisto di un immobile, ma anche se questo è il risultato di una successione o di una donazione.

Sono diverse le categorie catastali che possono beneficiare degli importanti vantaggi garantiti da queste agevolazioni fiscali:

  • A/2 (abitazioni di tipo civile)
  • A/3 (abitazioni di tipo economico)
  • A/4 (abitazioni di tipo popolare)
  • A/5 (abitazioni di tipo ultrapopolare)
  • A/6 (abitazioni di tipo rurale)
  • A/7 (abitazioni in villini)
  • A/11 (abitazioni ed alloggi tipici dei luoghi)

Per quanto riguarda i requisiti per poter accedere al Bonus Prima Casa 2020, sarà necessario che il richiedente:

  • Non sia già titolare o usufruttuario di un immobile collocato all’interno del Comune in cui si desidera acquistare la prima casa.
  • Non abbia già usufruito in passato del Bonus Prima Casa per acquistare un precedente immobile.
  • Stabilisca la propria residenza entro 18 mesi dall’acquisto dell’immobile all’interno del Comune in cui si trova la prima casa.

 
Contattaci per una valutazione
 

Il Fondo di Garanzia Prima Casa Consap 2020 per chi acquista con il mutuo

Oltre al Bonus Prima Casa, per tutto il 2020 chiunque desideri acquistare l’abitazione principale usufruendo di un mutuo, potrà beneficiare del Fondo di Garanzia Prima Casa Consap, riconfermato certamente almeno per il primo semestre di quest’anno (salvo eventuali rifinanziamenti e fino ad esaurimento delle disponibilità).

Il Fondo di Garanzia Prima Casa Consap prevede un’agevolazione sul mutuo per l’acquisto della prima casa con l’applicazione di un tasso calmierato e la copertura statale di ben il 50% della quota capitale. Questo, nella pratica, significa che i richiedenti potranno ottenere mutui pari persino al 100% del valore dell’immobile.

Le agevolazioni sono destinate a specifiche categorie di utenti:

  • Le giovani coppie, in cui uno dei due partner abbia un’età non superiore ai 35 anni
  • I genitori single con figli minori
  • I giovani precari con età inferiore ai 35 anni
  • I conduttori di case popolari

Infine, vale la pena ricordare che sono stati prorogati per tutto il 2020 anche:

  • L’Ecobonus e il Bonus Ristrutturazioni, che prevedono rispettivamente una detrazione al 65% per gli interventi di efficientamento energetico della costruzione e del 50% per la ristrutturazione di un immobile (con tetto di 96 mila euro di spesa).
  • Il Bonus Arredamento ed Elettrodomestici, che prevede una deduzione pari al 50% sull’acquisto di mobili ed elettrodomestici a elevata classe energetica per una spesa massima totale di 10 mila euro.
  • Il Bonus Verde, che prevede uno sconto IRPEF pari al 36% delle spese sostenute per la riqualificazione del verde di terrazzi, balconi e giardini sia privati che condominiali (entro un massimo di 5 mila euro di spesa per abitazione)

Ecco perché comprare la prima casa nel 2020 conviene!