X PER GARANTIRTI UNA MIGLIORE ESPERIENZA DI NAVIGAZIONE QUESTO SITO UTILIZZA I COOKIES
Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per offrirti il miglior servizio possibile. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla nostra Cookie Policy ACCETTO
Filtri
Città
Tipologia
Provincia
Superficie
Soluzioni interni
Residenza Paganini Schiavi Spa supporta i clienti nella progettazione e organizzazione degli spazi interni della casa, nel pieno rispetto delle loro esigenze stilistiche e funzionali. L’interior design di Residenza Paganini è orientato alla massima fruibilità degli spazi e alla versatilità degli ambienti, poiché li rende liberamente arredabili a seconda delle preferenze stilistiche dei futuri abitanti. Ampi, ariosi e luminosi, gli spazi indoor si caratterizzano per una comunicazione bidirezionale con l’esterno grazie alle grandi aperture su giardini e logge. Scopri di più
RESIDENZA SAN MARTINO 2 Schiavi SpA mette a disposizione la propria competenza per supportare i clienti nell'organizzazione degli spazi interni della casa, in accordo con le loro necessità funzionali ed estetiche. Le soluzioni d'interni che abbiamo specificamente progettato per la Residenza di Lecco San Martino sono proposte ad altissimo valore aggiunto in termini di stile, colori, arredamento e performance, pensate per mettere in risalto i numerosi dettagli di pregio degli appartamenti: vi proponiamo un interior design di eccellenza a completamento della vasta gamma di servizi offerti dalla nostra azienda. Scopri di più
RESIDENZA CADORNA Schiavi SpA mette a disposizione la propria competenza per supportare i clienti nell'organizzazione degli spazi interni della casa, in accordo con le loro necessità funzionali ed estetiche. Le soluzioni d'interni che abbiamo specificamente progettato per Residenza Cadorna sono proposte ad altissimo valore aggiunto in termini di stile, colori, arredamento e performance, pensate per mettere in risalto i numerosi dettagli di pregio degli appartamenti: vi proponiamo un interior design di eccellenza a completamento della vasta gamma di servizi offerti dalla nostra azienda. Scopri di più
RESIDENZA SAN MARTINO 2 Schiavi SpA mette a disposizione la propria competenza per supportare i clienti nell'organizzazione degli spazi interni della casa, in accordo con le loro necessità funzionali ed estetiche. Le soluzioni d'interni che abbiamo specificamente progettato per la Residenza di Lecco San Martino sono proposte ad altissimo valore aggiunto in termini di stile, colori, arredamento e performance, pensate per mettere in risalto i numerosi dettagli di pregio degli appartamenti: vi proponiamo un interior design di eccellenza a completamento della vasta gamma di servizi offerti dalla nostra azienda. Scopri di più
RESIDENZA CADORNA Schiavi SpA mette a disposizione la propria competenza per supportare i clienti nell'organizzazione degli spazi interni della casa, in accordo con le loro necessità funzionali ed estetiche. Le soluzioni d'interni che abbiamo specificamente progettato per Residenza Cadorna sono proposte ad altissimo valore aggiunto in termini di stile, colori, arredamento e performance, pensate per mettere in risalto i numerosi dettagli di pregio degli appartamenti: vi proponiamo un interior design di eccellenza a completamento della vasta gamma di servizi offerti dalla nostra azienda. Scopri di più
RESIDENZA SAN MARTINO 2 Schiavi SpA mette a disposizione la propria competenza per supportare i clienti nell'organizzazione degli spazi interni della casa, in accordo con le loro necessità funzionali ed estetiche. Le soluzioni d'interni che abbiamo specificamente progettato per la Residenza di Lecco San Martino sono proposte ad altissimo valore aggiunto in termini di stile, colori, arredamento e performance, pensate per mettere in risalto i numerosi dettagli di pregio degli appartamenti: vi proponiamo un interior design di eccellenza a completamento della vasta gamma di servizi offerti dalla nostra azienda. Scopri di più
Residenza Paganini Schiavi Spa supporta i clienti nella progettazione e organizzazione degli spazi interni della casa, nel pieno rispetto delle loro esigenze stilistiche e funzionali. L’interior design di Residenza Paganini è orientato alla massima fruibilità degli spazi e alla versatilità degli ambienti, poiché li rende liberamente arredabili a seconda delle preferenze stilistiche dei futuri abitanti. Ampi, ariosi e luminosi, gli spazi indoor si caratterizzano per una comunicazione bidirezionale con l’esterno grazie alle grandi aperture su giardini e logge. Scopri di più
134553
SORRISI DEI CLIENTI
169103
MQ GIARDINI
150
PROFESSIONISTI ALL'OPERA
557609875
MATTONI POSATI
BLOG
Città del futuro: come contrasteremo il riscaldamento globale? L’aumento sensibile di gas serra nell’atmosfera, con le sue pesanti ripercussioni a livello climatico, rappresenta un problema che è ormai impossibile ignorare e che deve essere mitigato con ogni mezzo possibile. Ferma restando l’esigenza per qualunque comparto produttivo di mettere in atto processi più sostenibili dal punto di vista ambientale ed energetico, il settore delle costruzioni gioca oggi un ruolo importantissimo nel contrasto al riscaldamento globale. L’estate 2022 ha segnato temperature record nei centri urbani di tutta Europa e, con l’arrivo del nuovo anno, non si ferma la ricerca di nuove strategie e soluzioni per contrastare una problematica che è inevitabilmente destinata a ripetersi anche nei prossimi mesi. In tal senso, le ricerche non mentono: uno studio condotto dal JRC della Commissione Europea, il Centro Comune di Ricerca CE, ha analizzato la differenza tra le temperature al suolo nelle città con popolazione di oltre cinquantamila abitanti e quelle delle vicine zone rurali in un arco temporale che va dal 2003 al 2020, scoprendo che questa può raggiungere i 10-15 gradi a causa del devastante effetto “isola di calore”: si tratta di un fenomeno che produce un microclima più caldo negli spazi altamente urbanizzati, con conseguente aumento del rischio per la salute dei cittadini e pesanti ripercussioni a livello economico e ambientale. Secondo un rapporto delle Nazioni Unite, inoltre, non è da escludere che entro il 2050 lo “stress da caldo urbano” possa ridurre la capacità di lavoro delle persone del 20% nei mesi estivi. La posta in gioco è quindi altissima per due ragioni fondamentali: il riscaldamento globale impatta ogni aspetto della vita dell’uomo, e circa il 75% degli europei vive nelle aree urbane. Ma come è possibile risolvere? Fino ad oggi, le città sono state costruite impiegando prevalentemente cemento, asfalto, metallo e vetro: tali materiali sono tuttavia concepiti per climi completamente diversi e non contribuiscono affatto a contrastare l’aumento delle temperature. Gli spazi urbani dovranno quindi essere ripensati in toto: nei materiali e nelle forme, nella densità e nella mobilità, nella gestione dell’energia e in quella dei rifiuti. Ecco un piccolo esempio pratico: per decenni le piste ciclabili sono state realizzate utilizzando cemento o asfalto, certamente gradevoli da vedere ma non molto sostenibili. In futuro, la scelta dei materiali potrebbe orientarsi invece sulla terra battuta o su particolari tipologie di resine epossidiche che, grazie a trattamenti e additivi specifici, evitano il ristagno d’acqua e la formazione di isole di calore. Ma questo è solo uno dei possibili percorsi per l’urbanistica di domani. Vediamo, in sintesi, quali sono le direttrici indicate come efficaci dall’Unione Europea per quanto riguarda gli edifici. Per le città: consumi energetici più intelligenti per ridurre le emissioni di CO2 La aree urbane sono responsabili da sole del 60-80% del consumo di energia a livello mondiale e, di riflesso, di altrettante emissioni di CO2. Ridurre la loro impronta di carbonio è quindi il primo obiettivo da perseguire. Le strade percorribili sono in questo senso diverse e prevedono prima di tutto la collaborazione delle istituzioni locali per ottenere: Promozione dell’efficienza energetica e dell’impiego di energia proveniente da fonti rinnovabili. Pianificazione di sistemi di trasporto sostenibile e promozione di metodi alternativi di trasporto nelle città, come car sharing e bike sharing. Realizzazione di infrastrutture cittadine in grado di sopportare eventi atmosferici estremi (dall’estremo caldo all’estremo freddo, dai nubifragi alle alluvioni, fino alle violente grandinate e via discorrendo). Sviluppo di aree verdi urbane e di nuove strade ciclo-pedonabili che possano servire anche come canali di scolo per la pioggia. Per quanto riguarda più specificamente il comparto edile, gli edifici del futuro vedranno in modo sempre più preponderante l’impiego dei cosiddetti “materiali intelligenti” come il cemento rinforzato in fibra di carbonio, il legno potenziato e i cosiddetti materiali costruttivi bio-compositi, a cui avevamo dedicato un articolo qualche tempo fa. L’esperienza del Coronavirus e dei periodi di lockdown ha anche spinto a ripensare gli spazi abitativi, rendendoli più a misura d’uomo: le esigenze del vivere quotidiano sono cambiate, e per il prossimo futuro ci si aspetta un più facile accesso all’esterno e una maggiore comunicazione con la natura. Gli edifici di domani dovranno anche essere energeticamente efficienti, specialmente se si considera che una porzione considerevole dell’energia che utilizziamo oggi serve appunto per riscaldare e raffrescare le nostre abitazioni, scuole, uffici. Dall’installazione di serramenti a triplo vetro all’attenzione assoluta ai sistemi di isolamento dell’edificio, fino all’integrazione sempre più massiccia di verde su coperture e facciate (si pensi ad esempio ai tetti ricoperti di piante, utilissime perché in grado di trattenere le acque piovane e isolare dal caldo e dal freddo), l’obiettivo è realizzare città più vivibili e confortevoli, meno inquinanti e maggiormente in grado di sopportare i “nuovi climi estremi”. È in questo senso interessante notare che, già oggi, sono diverse le città in Europa che hanno iniziato a integrare la vegetazione negli edifici, sia sulle pareti che sui tetti. Il verde vivo assorbe il calore, agisce come un isolante termoacustico, migliora il microclima e incrementa la qualità dell’abitare – perché l’uomo ha bisogno di contatto con la natura! In Francia e in Danimarca, ad esempio, tutte le costruzioni devono avere, per legge, coperture verdi.
Il valore della consulenza: come ti accompagniamo nella scelta della tua futura casa Schiavi Spa progetta e costruisce residenze di straordinaria qualità prestando particolare attenzione all’aspetto del miglioramento continuo del settore immobiliare. Proprio in funzione di una filosofia costantemente orientata al futuro, è facile comprendere come la nostra rosa di servizi si sia ampliata con il trascorrere del tempo, al fine di offrire a ogni cliente la possibilità tangibile di beneficiare sempre di un’abitazione di livello superiore. Consideriamo il valore della consulenza come centrale in questo genere di approccio, perché senza un ascolto accurato dei nostri interlocutori mancherebbero le direttrici lungo le quali muoversi per realizzare soluzioni non solo esteticamente gradevoli, ma anche funzionalmente eccellenti. Che cos’è la consulenza edile? Quando si tratta di costruire un nuovo edificio o di intervenire con un’opera di ristrutturazione profonda su un immobile preesistente, la consulenza edile è l’irrinunciabile punto di partenza per realizzare un progetto a regola d’arte. In tempi recenti, l’importanza di tale aspetto è diventata sempre più nota tanto che, ad oggi, questo servizio viene richiesto dalla stragrande maggioranza dei committenti e il costruttore non si limita più esclusivamente a edificare: al contrario, è consapevole di dover prima di tutto offrire un valore aggiunto intangibile legato alla propria esperienza, capacità di problem solving e abilità nell’offrire risposte semplici a problemi complessi. La consulenza edile può e viene generalmente erogata con l’ausilio di report articolati, esaustivi e comprensibili sia per l’interlocutore tecnico che per il cliente finale, offrendo un’ulteriore garanzia di qualità sul risultato finale. Inoltre, la consulenza in ambito costruttivo è anche un potente indicatore di correttezza e trasparenza da parte dell’impresa che, oltre a prendersi carico della parte “pratica” della costruzione, si premura di esplicitare chiaramente le ragioni e la direzione del proprio progetto. In una fase storica in cui il settore edilizio si trova a dover evolvere rapidamente verso obiettivi sfidanti come il miglioramento del comfort abitativo, l’incremento della performance energetica, l’integrazione della domotica e l’impiego di materiali sempre più salubri ed ecosostenibili, esprimere competenza e padronanza nella scelta dei prodotti e nella definizione delle applicazioni più adeguate rappresenta certamente un valore aggiunto anche per il cliente finale. Infine, la consulenza edile va interpretata come un elemento parte di un insieme più articolato, che offre al futuro acquirente indicazioni chiare in merito a come condurre l’acquisto della sua casa: il processo di scelta inizia infatti prima ancora di prendere visione del possibile immobile, e si definisce nell’instaurarsi di una relazione virtuosa sviluppata con chi, l’edificio, lo ha progettato e costruito. Come Schiavi Spa accompagna i suoi clienti nella scelta della loro futura casa Oltre a realizzare capitolati altamente dettagliati, chiari nell’esposizione e sempre completi, Schiavi Spa si prende carico di accompagnare ogni cliente nella definizione della migliore soluzione immobiliare in relazione alle sue esigenze, seguendolo passo dopo passo in ogni fase. Questa opera di consulenza si snoda in una serie di step: Ascolto accurato delle necessità funzionali, estetiche e di location del cliente. Proposta di una o più soluzioni immobiliari di interesse, con esposizione chiara delle caratteristiche e dei vantaggi di ciascuna. Visita in cantiere con specialisti tecnici altamente preparati, al fine di fornire informazioni ancora più dettagliate in merito alla soluzione da valutare. Fornitura della documentazione completa relativa all’immobile. Progettazione chiavi in mano degli spazi. Servizio di interior design personalizzato con architetto e/o designer dedicato. Supporto e consulenza nella ricerca del mutuo o del finanziamento più adeguato. Assistenza post-vendita, laddove necessaria. Desideri toccare con mano la straordinaria qualità degli immobili progettati da Schiavi Spa? Dai un’occhiata alle soluzioni in vendita oppure contattaci: individueremo insieme la casa perfetta per te.
Le facciate tessili per cambiare l’estetica delle facciate Leggere, resistenti, versatili e performanti: sembrano essere queste le caratteristiche delle facciate tessili progettate per l’impiego in edilizia e, nello specifico, per migliorare rapidamente l’estetica delle facciate. Una delle principali conseguenze del mondo iperconnesso, digitalizzato e globalizzato in cui attualmente viviamo è la necessità di adeguarsi velocemente al cambiamento. È un’esigenza che interessa tutti i settori professionali e dalla quale neppure l’architettura è esente. E proprio in questo contesto si collocano le facciate tessili, sviluppate per rispondere alla necessità di interpretare le costruzioni non più come monumenti immutabili quanto piuttosto come entità flessibili e mutevoli, capaci di adeguarsi prontamente alle funzionalità più diverse. Cosa sono le facciate tessili? Le facciate tessili rispondono quindi agli stilemi di un’architettura in divenire e rientrano nella più ampia categoria delle soluzioni prefabbricate. Nello specifico, si tratta di sistemi costruttivi preassemblati composti da rivestimenti tessili abbinati a una sottostruttura metallica, di solito realizzata in alluminio. Quest’ultima viene fissata alle facciate dell’edificio di cui si desidera rinnovare l’estetica, con un sistema di assemblaggio a secco molto rapido e poco dispendioso. Esistono diverse tipologie di rivestimenti tessili, ma tutte hanno la caratteristica comune di essere membrane a rete sulle quali è spalmato un ulteriore strato esterno. La differenziazione avviene quindi in funzione dell’abbinamento tra i diversi materiali: tessuto in poliestere con rivestimento in PVC, tessuto in fibra di vetro impregnato di PTFE, tessuto in poliestere spalmato in PU, solo per citarne alcuni. Ciascuna di queste versioni dovrà sempre e comunque garantire flessibilità di impiego, resistenza all’usura e all’azione degli agenti atmosferici e, soprattutto, leggerezza – in modo da non gravare strutturalmente sulle facciate dell’edificio. I vantaggi di impiegare le facciate tessili per rivestire gli edifici Chiarito cosa sono le facciate tessili, vediamo ora di comprendere meglio a cosa servono, quali vantaggi apportano e su quale tipologia di edificio possono essere applicate. Come accennato in precedenza, l’obiettivo principale di questi rivestimenti è l’applicazione in facciata – o lungo l’intero perimetro della costruzione – per migliorare l’estetica complessiva dell’edificio. Tuttavia, sono progettati anche per assicurare ulteriori vantaggi: Incremento del comfort termico per gli ambienti indoor Protezione dall’azione degli agenti atmosferici Aumento del comfort acustico Miglioramento dell’ingresso di luce naturale negli ambienti interni Modernizzazione dell’involucro esterno in tempi rapidi Immaginare le facciate tessili come semplici teloni che ricoprono le facciate sarebbe fuorviante e molto riduttivo. Questi sistemi prefabbricati sono infatti esteticamente gradevolissimi e decisamente versatili, tanto da poter formare design complessi e tridimensionali di grande impatto visivo grazie a un preciso processo di form-finding ottenuto con l’impiego di sofisticati software di calcolo. Realizzazione e applicazione sono anch’essi processi estremamente rapidi sia in funzione della prefabbricazione del sistema sia della sua agevole messa in opera. Infine, i rivestimenti tessili per gli edifici promettono di mantenere inalterate le loro caratteristiche nel corso del tempo senza particolari esigenze di manutenzione. In definitiva, ci troviamo di fronte a una seconda pelle che potrebbe rivelarsi una soluzione ottimale per risolvere le criticità di alcuni edifici particolarmente vetusti, sui quali – per molteplici ragioni – non è possibile intervenire con azioni di ripristino più lunghe e invasive.
Non riesci a trovare quello che stai cercando?
Chiamaci