La recente pandemia di coronavirus ci ha ricordato l’importanza di balconi e terrazze nel mantenimento non soltanto di un buon grado di comfort abitativo garantito dalla possibilità di accedere all’esterno senza lasciare la nostra casa, ma anche di un contatto con il mondo esterno da una prospettiva privata e privilegiata.

Possiamo quindi parlare ora del balcone come di un secondo salotto, ossia di un vero e proprio ambiente della casa in tutto e per tutto paritetico a un soggiorno, uno studio, un locale relax – un luogo da arredare, allestire, ottimizzare e abitare.

Ma come è possibile trasformare un balcone in modo che possa garantirci il massimo della sua funzionalità e il piacere di accedervi ogni volta che lo desideriamo?

Le possibilità sono molte e dipendono essenzialmente da fattori del tutto individuali: dove si trova il nostro balcone (per esempio in termini di esposizione o di affaccio); quanto è grande; quali attività desideriamo poter svolgere su di esso.

Per gli appassionati del barbecue

Chi ad esempio ama poter mangiare all’aperto, potrà allestire il proprio balcone con un tavolo e sedie (purché progettate per la permanenza in outdoor, e dunque in grado di sopportare sia i raggi UV che l’azione di altri agenti atmosferici) così come progettare un angolo in cui installare un barbecue. Esistono in commercio numerosi modelli che garantiscono eccellenti performance, minima produzione di fumo, ottimo design e consumi moderati.

Allo stesso modo, anche la scelta degli accessori per barbecue permetterà di individuare il giusto compromesso tra oggetti funzionali ed esteticamente accattivanti: veri e propri elementi d’arredo.

Piante e fiori per creare un “giardino sospeso”

Un’altra soluzione eccellente per trasformare il balcone in un secondo salotto riguarda certamente il posizionamento di piante e fiori.

Sono oggi disponibili tantissime soluzioni in termini di orto verticale (ossia strutture da collocare a parete per la coltivazione di aromi, insalate e piccoli frutti come le fragole) così come infinite piante e fiori che, oltre a garantire uno spettacolare allestimento scenico, contribuiranno a migliorare la qualità dell’aria e l’umidità, a creare zone d’ombra proteggendo dal sole, a tutelare la privacy grazie alla loro capacità di dare vita a gradevoli schermature naturali.

Sembrerà quasi di sostare in un piccolo giardino.

Lavorare sul balcone? È possibile con i giusti accorgimenti

Chi ama poter lavorare, leggere o stare al computer sul balcone potrà predisporre sistemi di alimentazione esterni, magari comprensivi di lighting design, e angoli relax composti da divanetti, dondoli, poltroncine, pouf o addirittura amache autoportanti che, specialmente nel caso di grandi spazi a disposizione, sarà possibile collocare con il massimo agio.

Naturalmente, la presenza di tende da sole o di un ombrellone contribuiranno a rendere il balcone agibile anche nelle ore più calde della giornata.

Allo stesso tempo, se quest’area in outdoor vuole essere deputata alla convivialità, il nostro suggerimento è di selezionare elementi di arredo per esterni di alta qualità e dare vita a veri e propri salottini in miniatura in cui accogliere i vostri ospiti.

Quali sono le vostre idee per allestire il balcone e trasformarlo in un secondo salotto?